.
Annunci online

 

www.kilombo.org

Qui, tutto il meglio è già qui,
non ci sono parole per spiegare ed intuire
e capire, Madeleine, e se mai ricordare
tanto, io capisco soltanto
il tatto delle tue mani e la canzone perduta
e ritrovata
come un'altra, un'altra vita

Allons, Madeleine,
certi gatti o certi uomini,
svanti in una nebbia o in una tappezzeria,
addio addio, mai più ritorneranno, si sa,
col tempo e il vento tutto vola via,
tais-toi, tais-toi, tais-toi


Ma qualche volta è così
che qualcuno è tornato sotto certe carezze

E poi la strada inghiotte subito gli amanti,
per piazze e ponti ciascuno se ne va,
e se vuoi, laggiù li vedi ancora danzanti
che più che gente sembrano foulards

Ma tutto il meglio è già qui, non ci sono parole...
politica interna
10 settembre 2008
Veltroni si dimette a novembre?

No.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. magari

permalink | inviato da michi il 10/9/2008 alle 15:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
politica interna
11 aprile 2008
SE IL PD TI CHIEDE DI VOTARE SINISTRA ARCOBALENO.

Perché votare la Sinistra Arcobaleno?
Le motivazioni potrebbero essere tutte
qui.

E poi c'è un'altra cosa.
C'è che il ricatto "se non voti Pd favorisci Berlusconi" è intellettualmente disonesto. E' disonesto perché solo un ittuso (l'insieme di illuso e ottuso) può sperare che il Pd si giochi la vittoria con il Pdl: tutto è già scritto, alla Camera Berlusconi avrà la sua maggioranza schiacciante. E poi è disonesto perché il Pd stesso si è proposto in nome di un "programma chiaro" e della fine dell'antiberlusconismo. E allora ti voto solo se il tuo programma chiaro mi convince. Peccato che il programma del Pd abbia un difetto: ciò che è condivisibile non è chiaro, ciò che è chiaro non è condivisibile.
E allora, se volete battere Silvio promettendo la detassazione degli straordinari, è chiaro che volete farlo senza i voti di chi ancora si ritiene di sinistra. Dunque senza il mio voto.
Di fatto me lo chiede Veltroni di votare Sinistra Arcobaleno.
E io, che sono buono, lo accontento.

politica interna
19 dicembre 2007
DA KRUSCIOV A RATZINGER (INTERNAZIONALISMO ALL’ITALIANA).
Gli ex comunisti confluiti nel Pd non si smentiscono mai.

Dopo trent’anni di subalternità a Mosca e all’Urss (anni in cui si abbassava spesso la testa e si espelleva gente come Pasolini), avevano provato a rendersi politicamente autonomi.
Poi il bisogno di una dottrina da seguire, di un capo a cui rispondere, insomma, l’esigenza di un po’ di sana subalternità è tornata prepotentemente alla ribalta.
E così da Mosca al Vaticano, da Krusciov a Ratzinger, dal silenzio sul ’68 di Praga alla bocciatura del registro delle unioni civili a Roma.

L’autonomia e l’indipendenza fanno paura, eh?
politica interna
7 dicembre 2007
L'espulsione della Binetti.
La Binetti vota "No" al senato. Non vota "No" a un provvedimento qualsiasi, vota "No" alla richiesta di fiducia del governo. Non ci fosse stato cavallopazzo Cossiga oggi eravamo senza governo per colpa della Binetti.

Quando Turigliatto votò contro il governo (e non era una fiducia), Rifondazione lo espulse.

Veltroni espellerà la Binetti dal Pd?

Io dico di no. E quindi questo dimostrerà che Rifondazione ha più cultura di governo rispetto al Partito Democratico.
Il Pd: vocazione maggioritaria, MA ANNNCHE con tendenze antigovernative.

politica interna
27 novembre 2007
IL FALLIMENTO DI UN PROGETTO
Ricordate?
Il Pd doveva essere "il partito per chi avrà 20 anni nel 2010". Era scritto così nella mozione Fassino che ha stravinto il congresso Ds.
Doveva essere il partito in cui finalmente le classi dirigenti venivano rinnovate con criteri di merito e capacità.
Doveva essere un partito laico e innovatore.

Doveva.

Invece sabato il Pd di Vercelli ha scelto come segretario Luigi Bobba, leader dei Teodem insieme a Paola Binetti.
Peccato che a Vercelli il segretario Ds, eletto da appena 6 mesi, fosse anche giovane (28 anni) e fosse pure il segretario regionale della Sinistra Giovanile. Ed è pure una persona intelligente, preparata, che lavora nel campo della cooperazione internazionale, eccetera, eccetera.

E' da queste piccole cose che ti rendi conto che il "progetto Pd", presentato ancora oggi con parole roboanti e con retorica spropositata, è fallito. Nessun rinnovamento, nessuna meritocrazia, nessuna laicità: solo vecchie logiche spartitorie.

Il nuovo avanzava. E allora l'hanno messo nel freezer.

P.s. Potrei dire che questo triste risultato forse è anche dovuto al fatto che la Sg del Piemonte ha di fatto rinunciato a compiere un vero percorso aperto e partecipato verso le primarie del Pd. Non un flyer, non un manifesto, non un'iniziativa pubblica, non una campagna tematica. Ma tutto ciò non giustifica comunque quello che è successo a Vercelli, perché in questo caso non è stata umiliata solo la Sinistra Giovanile, ma tutti coloro che speravano nel Pd. Io almeno non ci credevo, non ci speravo e non mi sento umiliato. Però povera Italia...e soprattutto povera Vercelli.
politica interna
29 ottobre 2007
SCONVOLGENTI RIVELAZIONI - 2
Dopo Bertinotti, tocca al Governatore di Bankitalia rivelare qualcosa per noi totalmente ignoto.
DRAGHI: "I SALARI SONO BASSI".
Grazie Mario, non ce n'eravamo accorti.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bankitalia draghi macché

permalink | inviato da michi il 29/10/2007 alle 16:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
POLITICA
23 ottobre 2007
IL FUTURO DI KILOMBO
In Kilombo gira questa mozione. Io la condivido del tutto. Quindi aderisco e la posto. Perché così si fa.

Kilombo nasce in concomitanza con importanti appuntamenti elettorali come le primarie per l'Unione e le politiche, per far dialogare e scontrare quelli che vengono chiamati riformisti e radicali, cercando di creare un terreno comune di appartenenza.Kilombo era e deve rimanere un progetto politico (o, anche se non formalmente, una associazione politico-culturale) cioè che raduna tutti coloro che si riconoscono in alcuni valori (quelli della Carta) a prescindere dalla adesione ad un partito del centro-sinistra o alla stessa coalizione dell'Unione. Crediamo che questo sia un punto fondamentale da fissare, anche alla luce delle probabili future evoluzioni politiche. Il tutto per evitare di ricadere nel vecchio detto di Pietro Nenni secondo cui "a fare a gara fra puristi [di sinistra, ndr], si troverà sempre qualcuno più puro, che alla fine ti epura".In questi giorni il progetto politico dell'Unione sembra, invece, alla corda. Il governo ha il fiato corto. A destra e a sinistra della coalizione governativa cresce la voglia di andare da soli. Alcuni non possono sentir parlare di Partito Democratico, altri non ne possono più della sinistra di lotta e di governo. Kilombo rischia di subire questa situazione e di implodere.Sarebbe un peccato, perchè è proprio nel momento in cui la sinistra "reale" si divide che bisogna fare valere le ragioni del dialogo riscoprendo il patrimonio storico e valoriale che ci accomuna. Questo compito è responsabilità anche nostra, la sinistra "virtuale". E', paradossalmente, nel momento di massima distanza politico-parlamentare che l'esperimento kilombista acquista significato e importanza non secondari. Per prevenire l'implosione di Kilombo è cruciale riscoprire le ragioni del nostro aggregatore e farle diventare progetto politico (sebbene rigorosamente non partitico). Se vogliamo impedire che Kilombo si trasformi (o rimanga) una vetrina in cui prevalgono le ragioni della polemica fine a se stessa tra nemici su quelle del confronto fruttuoso tra compagni, dobbiamo dotarci di tutti gli strumenti, reali e virtuali, necessari. Alcuni sono stati individuati molto tempo fa, ma sono rimasti in cantina. Kilombo slow e l'associazione aspettano solo di venire usati. Nessuno, però, osa metterci mano, cuore e testa. Perchè?Il loro scopo non deve essere quello di ricreare dal vivo o alla moviola l'atmosfera litigiosa e individualistica di kilombo.org. Le ragioni dell'associazione e di kilomboslow sono ben altre e altrettanto importanti. Sono le ragioni dello stare insieme a sinistra, nonostante parlamento e governo. Non dobbiamo, infatti, governare un paese, ma salvaguardare legami, contatti, spazi comuni.Non vale la pena impegnarsi in prima persona per queste ragioni? Allora perchè non ci diamo una mossa, magari prima che cada il governo e kilombo chiuda perchè Jaco si è dimenticato di pagare aruba?

 Questo post è stato scritto collettivamente e sottoscritto da Luca, Chemako, Ciocci, Falecius, Grandangolo, Jaco, Meslier, Supramonte, Titollo, Rivoluzione Liberale, Beffatotale, Mikecas, Michi... in aggiornamento.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blogger sinistra kilombo aggregatori ecc ecc

permalink | inviato da michi il 23/10/2007 alle 23:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
17 ottobre 2007
ETNICA PANZA.
A pranzo si mangia vicino all'ufficio.
E poi una sera a settimana si va a cena da papà.
E una o due sere vuoi non andare a trovare mamma, che è pure sulla strada dall'ufficio a casa?
E un paio di serate a cena fuori con gli amici, o magari dagli amici, non ce le metti?
Insomma, a mangiare a casa non ci sono mai.
E quindi faccio la spesa una volta al mese, compro 3 pomodori, e 2 rimangono in frigo un mese prima di essere buttati via.

Se poi una sera per caso capita di dover far cena a casa, c'è il cinese a un isolato. Riso cantonese e vitello con patate a meno di 5 euri, pancia piena, portafoglio pure, moglie pure, botte no, botte ubriaca.
E quando mi sposterò - prossima estate - andrò a vivere sopra a un ristorante indiano.
Riflessioni di fondamentale importanza:
1) Spero abbia il take away.
2) Non mi dicano che non c'è integrazione in città.
3) Apprezzo entrambe le cucine, ma il ristorante indiano mi dà quel nonsoché di sicurezza in più.
4) E' troppo tempo che non preparo la mia mitica torta di mandorle. Devo rimediare.
5) In ogni caso il Partito Democratico non si occupa di queste cose, e per questo non ho votato alle primarie.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. riso basmati e pollo tandoori.

permalink | inviato da michi il 17/10/2007 alle 17:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
16 ottobre 2007
MONDO CODA
Quando m'han detto che il mondo è coda non ci credevo.
E invece il mondo è coda.
Proprio coda coda coda.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. certi gatti ecc ecc

permalink | inviato da michi il 16/10/2007 alle 18:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
politica estera
12 ottobre 2007
NOBEL
Che bella cosa: Al Gore ha vinto il nobel per la pace.
Solo un dubbio mi sorge: era mica lui il vicepresidente Usa quando bombardavano la Serbia?
No, no, dev'essere un caso di omonimia. Capita.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. al gore nobel serbia che curiosa omonimia

permalink | inviato da michi il 12/10/2007 alle 14:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile       
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 1 volte