.
Annunci online

 

www.kilombo.org

Qui, tutto il meglio è già qui,
non ci sono parole per spiegare ed intuire
e capire, Madeleine, e se mai ricordare
tanto, io capisco soltanto
il tatto delle tue mani e la canzone perduta
e ritrovata
come un'altra, un'altra vita

Allons, Madeleine,
certi gatti o certi uomini,
svanti in una nebbia o in una tappezzeria,
addio addio, mai più ritorneranno, si sa,
col tempo e il vento tutto vola via,
tais-toi, tais-toi, tais-toi


Ma qualche volta è così
che qualcuno è tornato sotto certe carezze

E poi la strada inghiotte subito gli amanti,
per piazze e ponti ciascuno se ne va,
e se vuoi, laggiù li vedi ancora danzanti
che più che gente sembrano foulards

Ma tutto il meglio è già qui, non ci sono parole...
politica interna
31 agosto 2007
VETRI SPORCHI, CITTA' SICURE
Vetri sporchi, città sicure / 1: LA POLITICA DELL'ANNUNCIO.

La politica dell'annuncio per funzionare ha bisogno di un requisito fondamentae: chi annuncia deve essere credibile. Se il governo annunciasse un grande piano di costruzione di un moderno welfare nessuno ci crederebbe, ad esempio.
E allora com'è che a Torino i lavavetri sono scomparsi dalle strade, come testimonio io, i quotidiani, la polizia municipale? Forse che la politica dell'annuncio nei loro confronti funziona? Probabilmente sì. Sarà che sono tra gli ultimi arrivati in Italia, sarà che magari vivono pure un po' ai margini della società, ma è chiaro che non conoscono i politici nostrani per fidarsi così tanto.
No c'è che dire: poveri, emarginati, spesso sfruttati e ora pure pigliati per il culo.

Vetri sporchi, città sicure / 2: LEGALITA' E MERCEDES.

"La legalità non è né di destra né di sinistra". Ok, è vero, la legalità è banalmente un principio base della convivenza democratica.
Ma facciamo un test. Tutti i tifosi del law & order contro i lavavetri cosa ne pensano di un bel giro di vite sui divieti di soste? Multe molto più salate, telecamere in dotazione ai vigili per filmare tutte le auto in sosta vietata, e pure telecamere sulle strisce pedonali per filmare chi non dà precedenza ai pedoni e fargli arrivare a casa multa e taglio dei punti sulla patente.
Anche questo è legalità, sacrosanta legalità. Ma ho l'impressione che chi si lamenta - giustamente, lo faccio anch'io - dei posteggiatori abusivi, poi non sarebbe molto d'accordo a una bella repressione dei suoi posteggi in sosta vietata.
E d'altra parte di lavavetri e posteggiatori non ce n'è nella classe dirigente, tra gli intellettuali, nemmeno tra i blogger. Mentre di gente che "la lascio un attimo in doppia fila che tanto non dà fastidio a nessuno" è pieno il Paese.
Mi sa che ormai nemmeno il concetto di "legalità per gli sfigati e impunità per le mercedes" è un concetto di parte, anzi: è un concetto né di destra né di sinistra. Semplicemente italiano.
Io sono per la legalità per tutti, senza guardare in faccia a nessuno. Però a nessuno, eh!

sfoglia
luglio        settembre
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 1 volte