Blog: http://michi.ilcannocchiale.it

DA KRUSCIOV A RATZINGER (INTERNAZIONALISMO ALL’ITALIANA).

Gli ex comunisti confluiti nel Pd non si smentiscono mai.

Dopo trent’anni di subalternità a Mosca e all’Urss (anni in cui si abbassava spesso la testa e si espelleva gente come Pasolini), avevano provato a rendersi politicamente autonomi.
Poi il bisogno di una dottrina da seguire, di un capo a cui rispondere, insomma, l’esigenza di un po’ di sana subalternità è tornata prepotentemente alla ribalta.
E così da Mosca al Vaticano, da Krusciov a Ratzinger, dal silenzio sul ’68 di Praga alla bocciatura del registro delle unioni civili a Roma.

L’autonomia e l’indipendenza fanno paura, eh?

Pubblicato il 19/12/2007 alle 12.28 nella rubrica sì, stupendo (mi viene il vomito).

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web